Come iscrivere un bambino al nido, come fare

Come iscrivere un bambino al nido

Come iscrivere un bambino al nido e quando? Cari genitori, se avete intenzione di iscrivere il vostro piccolo all’asilo nido vi suggeriamo di iniziare ad informarvi ancor prima della sua nascita, l’asilo nido accoglie bambini dai 3 mesi in su ma le domande di iscrizione devono essere presentate a maggio e giugno.

Quando pensate a come iscrivere un bambino al nido dovete recarvi in comune e chiedere il modulo di iscrizione, l’impiegato vi fornirà una lista dei nidi disponibili e voi potrete andare a visitarli nelle apposite giornate di apertura e conoscerete le educatrici.

Una volta viste le strutture potete recarvi ancora in comune con la domanda di iscrizione debitamente compilata, vi consigliamo di fare la domanda non per un solo nido ma almeno in 2 in modo tale che una volta entrati in graduatoria se non c’è posto in una struttura vi potranno tener conto per la seconda.

Come iscrivere un bambino al nido; all’atto della consegna della domanda dovrete presentare la copia della dichiarazione dei redditi di entrambi i genitori ( in asilo sentire parlare di Ise ) e il libretto delle vaccinazioni del bambino.

Una volta consegnati tutti i documenti il comune effettuerà i suoi calcoli in base al reddito e al numero di figli e vi comunicherà in quale posizione della graduatoria vi trovate, successivamente il comune invierà all’asilo scelto l’elenco degli iscritti e le educatrici contatteranno famiglia per famiglia chiedendo la conferma dell’iscrizione del bambino.

Questo appena descritto è l’iter per l’iscrizione in un asilo comunale, per uno privato vi basta presentarvi in asilo e chiedere se c’è ancora disponibilità di posti, in caso affermativo pagherete la quota pattutita e potrete iscrivere vostro figlio in qualsiasi periodo dell’anno.

Ora che sapete come iscrivere un bambino al nido non vi resta che scegliere la struttura giusta, state attenti all’igene e alla pulizia, al personale che ci lavora, alla sicurezza dei giochi presenti e non meno importante alle attività che faranno svolgere al piccolo.
Share