Orto fai da te, come fare

Orto di proprietà, per sapere cosa si mangia

L’orto di proprietà è diventato di moda per la maggior parte dei pensionati, dopo una vita passata a lavorare la voglia di fare e di mettersi in discussione non manca e coltivare qualche ortaggio può occupare le ore della giornata libere.

Ritrovandosi da un giorno a l’altro a casa causa del pensionamento la noia iniziava ad attanagliare tutti i neo pensionati, comprando un orto possono risolvere due problemi ovvero, sono impegnati almeno per mezza giornata e sanno da dove proviene la verdura che mangiano.

Di seguito troverete alcuni consigli utili per realizzare la meglio il vostro orto:

- Trovate un pezzo di terra abbastanza illuminato d’estate e in primavera ma allo stesso tempo ripareto dal vento e dalle intermperie in inverno e autunno ( per il vento e le intemperie vi basta fare delle pareti in plastica stile serra )

- Per soddisfare le esigenze di 4 persone per quanto riaguarda frutta e verdura servono almeno 40 metri quadrati d’orto

- Se avete degli animali domestici è cosa buona e utile recintare l’orto, per farlo fissate nel terreno dei paletto distanti 1,5 metri ciscuno e recintate tutto con della rete metallica

- Ricordatevi che melanzane, zucchine, peperoni e pomodori fioriscono d’estate e cavolfiori e broccoli d’inverno

- Per facilitarvi il lavoro troverete già pronte delle piccole piantine di ortaggi da inserire nel terreno del vostro orto, chiedete consiglio al fiorista per sapere con precisione il periodo giusto per l’innesto

- Vi dovrete procurare gli attrezzi del mestiere ovvero la zappa, il rastrello e la vanga, se il vostro orto è abbastanza grande sarebbe meglio procurarsi una motozappa per rivoltare il terreno molto facilmente e velocemente

Avere cura di un orto non è cosa da poco, ci vuole costanza e tanta tanta pazienza, dovrete preoccuparvi di togliere le erbacce che andrebbero a sottrarre il nutrimento agli ortaggi e ogni tanto una concimazione non farebbe male
Share